di buono ha solo la ferocia

il tessitore

di buono ha solo la ferocia

Una nuova canzone di Giovanni, dal sapore molto blues, con la partecipazione di Silvio Uboldi alle tastiere

Ascoltala su youtube

testo:

una voce vigliacca che risuona degradata dalla mascella gravata di insulti quella raffica di incandescente mostruosa separazione e la paura che ti si rubi il posto l’insonnia che fa girare nella memoria la violenza i nostri sensi di colpa che camminano nel loro infruttuoso presente troppo in alto per noi troppo in alto per noi la torre d’avorio è di sabbia soffiata via ma a sprangate hai solo distrutto il parabrezza hai fatto come nei film DOMANI CAPIRANNO QUELLO CHE VOGLIONO DOMANI CAPIRANNO QUELLO CHE VOGLIONO terminato l’omicidio una voce soffiata via cade ancora falsamente chiudendo gli occhi agli altri quando avevano troppa paura che ti si rubi il posto e finiamo la notte a ricucire i chi sono i mai più e i corvi il giorno arriva ancora malintenzionato si dipana spettrale con i suoi raggi involontari di buono ha solo la ferocia l’ineguagliabile delirio di onnipotenza sentiamo meravigliose anche cullarsi fra nitide prospettive lascive ma a sprangate hai distrutto solo il parabrezza hai fatto come nei film DOMANI CAPIRANNO QUELLO CHE VOGLIONO DOMANI CAPIRANNO QUELLO CHE VOGLIONO

il tessitore

Event details

Fiori

Sterminate

Distanza

Berlino

Accorgetevi

Tutto quello che fai

ó
© 2021 Giovanni Peli | Foto di Fabiana Zanola e Mario Martinazzi