Stanotte sono sveglio

Stanotte sono sveglio (live)

L'album

Crediti


Registrato dal vivo nel dicembre 2003 da Isacco Zanola

Giovanni Peli: chitarra, voce, testi, musica

Silvio Uboldi: tastiere

Paolo Biasi: basso

Franco Arcari: percussioni

 

La vita è una tortura

La vita è una tortura
non ti meriti niente
cambi casa domani
non ti meriti niente
non chiamarmi uomo
non ti risponderò.

Non chiamarmi amore
non ti risponderò
non ti meriti niente
i tuoi amici non contano niente
tutta gente sfruttata
non si merita niente.

La vita è una tortura
droga e mani bucate
quattro muri e amori ciechi
sono state solo balle
non chiamarmi stupido
la vita è una tortura.

 

Viene la notte

Vieni stanotte sono sveglio
Vieni rido e non m’accorgo

al ritorno ti consolano le luci degli ultimi lampioni
e i gatti che girano e t’incontrano ridono ancora di te

Vieni forse non ho più niente
Vieni mio figlio è già cresciuto

La strada sembra più libera sembra una fotografia
ha l’odore di un’altra stagione la prima che ricordi tu

Vieni dormirò dopo il tuo arrivo
Vieni da qui non vedo niente

I grilli hanno già sprecato troppe parole
non basta tenere accesa la luce per non dormire per te.

Vieni stanotte sono sveglio
Vieni piango e non m’accorgo.

Piango e non m’accorgo.

 

Troppo caro

Il nostro pianto riassuntivo ha un solo nome
al mercato il tuo ritratto è troppo caro
il mio nome l’ho trovato all’improvviso
m’ha chiamato chi non aveva alcun destino.

Volevi stare bene e sei venuta da me
una vita tranquilla col giardino
sei rimasta sola come una rosa regalata
presto verrà un altro e ti firmerà l’amore.

Quanto vale la candela decorata
se giochiamo a tenere gli occhi aperti
cancelliamo le parole consumate
e guardiamo arrivare con l’inverno
una fioraia vecchina lenta lenta
lei lo sa che cosa mi ha distrutto
mi regalerà un fiore sconosciuto.

Sembra al contrario quest’immagine perfetta
allora non correre se non hai abbastanza fiato
il destino è una favola a buon mercato
io ho imparato, non ce l’ho e non ho più fretta.

 

Morirò dentro al tuo letto

Morirò dentro al tuo letto
e se non vengo adesso morirai con me
Morirò dentro al tuo letto
e se non vieni adesso morirai con me
La notte brucia senza motivo
e finché restiamo insieme sarà così.

Il telefono squilla per ore
chi ti cerca impazzirà
Il telefono squilla per ore
chi ti cerca impazzirà
Quante volte ha sfondato questa porta ?
chi ti cerca impazzirà.

Chi si innamora del mio amore
mi scopa e poi mi scorda e scappa via
Chi si innamora del mio amore
mi scopa e poi mi scorda e scappa via
Chi si innamora del mio amore
morirà dentro al mio letto insieme a me.

Ho in testa certe cose
se te le dico in faccia griderai
Ho in testa certe cose
se te le dico in faccia mi amerai
Dammi un buon motivo per tacere
strillano ed amano qui da noi.

Questa porta non si sfonda
ha i cardini d’acciaio e non va giù
Questa porta non si sfonda
ha i cardini di ferro e non va giù
Lui striscia arriva bussa e dà spallate
ma la porta non va giù.

Chi si innamora del mio amore
mi scarta mi sfoglia e mi butta via
Chi si innamora del mio amore
mi strega mi sfrega e mi butta via
Chi si innamora del mio amore
morirà dentro al mio letto insieme a me.

 

Ridi come un bambino

Ridi come un bambino
ma me la rubi ancora sotto gli occhi
Ridi come un bambino
ma me la rubi ancora sotto gli occhi
Ti darà tutto quello che vuoi
così vanno le cose fra di noi.

Torni a farti vedere
nuovi affari per le mani
Torni a farti vedere
a lei luccicano gli occhi
come un anno fa
Ti darà tutto quello che vuoi
ma dovrà strisciare
e non sarà abbastanza.

Bella, chi leccherà le ferite?
lui è ricco come un maiale e ci sa fare
Bella, seni di marmo e denti forti
chi verrà a salvarti come un anno fa?
Ti darà tutto quello che vuoi
così vanno le cose fra di noi.

 

Guariremo tornando a casa

Guariremo tornando a casa
se tieni gli occhi aperti più che puoi
Guariremo tornando a casa
se tieni gli occhi aperti più che puoi
Giuda non ti crede ancora
tieni gli occhi aperti più che puoi.

Guariremo tornando a casa
ma gli occhi mi fanno troppo male
Guariremo tornando a casa
ma gli occhi mi fanno troppo male
Qualcuno corre sempre più forte
guariremo tornando a casa.

Oggi ho venduto i miei occhi
mi hanno dato in cambio una casa
Chi mi ha strappato i due occhi
mi ha dato in cambio una casa
Qualcuno corre sempre più forte
guariremo tornando a casa.

La vita è una tortura
Viene la notte
Troppo caro
Morirò dentro il tuo letto
Ridi come un bambino
Guariremo tornando a casa
  • Autoprodotto
  • 2003

  • La vita è una tortura
    Viene la notte
    Qualcuno non mente
    Troppo caro
    Morirò dentro il tuo letto
    Fuori dal teatro chiuso
    Ridi come un bambino
    Guariremo tornando a casa
    Cuore di pietra

Cerca nel sito

Fiori

Sterminate

Distanza

Berlino

Accorgetevi

Tutto quello che fai

Il nome che vuoi

ó
© 2017 Giovanni Peli